Un Esperia mai doma cede solo al fotofinish in un finale sfortunato

gennaio 17, 2016 News

Gara bella e palpitante al Palavalenti, dove i padroni di casa e la capolista Reusia si affrontano a viso aperto in una gara sempre equilibrata e corretta. Un match che riconcilia con la pallamano giocata dopo i vergognosi fatti di San Cataldo. Alla fine la spunta il Reusia, ma solo al fotofinish e grazie a due clamorosi errori di Piraino che nel finale commette due topiche da guinness dei primati (nel primo caso trasforma un due minuti in un giallo dopo che l’argentino Anzaldo scaglia violentemente e platealmente il pallone a terra, nel secondo da arbitro di campo regala il sette metri del pareggio ai ragusani…). Peccato davvero per un esperia mai doma che voleva regalare questa vittoria al suo vicepresidente immobilizzato su un letto di ospedale. I rosanero non arrivano al meglio a questa gara , con Mazzù febbricitante , Ipsaro out e con Torre che precauzionalmente parte in panca ( anche lui febbricitante tanto a dover ricorrere ad una plasil 15 minuti prima del match). Ma i paladini non si fasciano la testa e partono subito a 12540998_1668841160057720_8279628596809795417_nspron battuto. Un incursione di Rizzo dopo 24’’ di gioco e Ioppolo Carmelo con un beffardo pallonetto trenta secondi dopo porta i padroni di casa sul 2-0. La risposta degli ospiti è a firma di Criscione, poi ancora Rizzo e Carmelo Ioppolo per il 4 a 1 ( 5’ e 16’’).Gli ospiti non si disuniscono e complice i troppi errori (molte palle perse) dei paladini e qualche parata di Anzaldo piazzano un break di 6-0 che porta gli iblei avanti 4 – 7 . I paladini restano a secco per 13’ e 15’’. Ci pensa Vincenzo Ioppolo a sbloccare i suoi, poi Torre ed ancora Ioppolo per il 7 a 8.(21’ e 16’’).Gara che si mantiene bella , intensa ed equilibrata con Girasa che ad un secondo dalla sirena trova l’angolo del +2. Si va al riposo sul 10 a 12. Ma la gara rimane sempre molto intensa, con alla ripresa delle ostilità gli ospiti che vanno subito a segno. Arriva comunque la risposta di Mazzù e Ioppolo Vincenzo ( 12 a 13 al 33’). Piccolo break degli ospiti che si spingono sul 14 a 18. Ioppolo su penetrazione trova l’angolo giusto ma segna proprio mentre un abbassamento della corrente fa spegnere i fari e gli arbitri non convalidano. La gara viene sospesa per una ventina di minuti e riprende con i rosanero in attacco. Ancora qualche errore al tiro ed ospiti che segnano il +5 ancora con Girasa (43’ 14 – 19). Un vantaggio che sembra poter essere decisivo, ma i rosanero non mollano stringendo al meglio le marcature e dove non arriva la difesa ci pensa De Angelis reattivo e convincente nei suoi interventi. Al giro di boa della seconda frazione arriva la rete di Palmeri ( 17 a 21 al 45’) che suona la carica per l’Esperia. Poi Mazzù, ancora Palmeri e Melo Ioppolo concretizzano il 4-0 che riporta sotto i paladini ( 20 a 21 al 49’ 34’’) Raniolo trova il +2. La gara sale 12509593_1668833056725197_1027952410442618814_nd’intensità senza mai deragliare dall’assoluta correttezza (grande prova di entrambe le squadre) con Ioppolo Enzo a cui risponde ancora Raniolo ( 21 a 23 al 51’ e 45’’). Qualche errore per parte poi arriva un sette metri per i rosanero con un episodio che peserà sul proseguio del match. Ioppolo tira e segna spiazzando Anzaldo, mentre il numero 14 paladino esulta per la rete sente partire il polpaccio e si accascia dolorante ( per lui la partita finisce qui) Anzaldo raccoglie la palla in rete ed in preda al raptus agonistico scaglia violentemente la palla sul parquet . A termine di regolamento non ci sono dubbi: due minuti per il portiere ibleo. Ma Piraino si fa intimidire dall’asso argentino ed inspiegabilmente esibisce solo il quarto giallo, graziando inspiegabilmente il Reusia. Nonostante l’infortunio di Ioppolo e di Piraino i paladini non demordono e continuano a giocare con grande carica agonistica. Torre trova lo spazio per il pari (23 a 23 al 58’ e 22’’), poi sull’ennesima difesa e capovolgimento arriva il vantaggio dei padroni di casa con Mazzù ( 24 a 23 al 54’ e 28’’). Il Valenti comincia a sentire profumo d’impresa e gli ospiti cominciano a sentire la pressione. Arriva così la seconda clamorosa topica di Piraino che pur essendo arbitro di campo e ben distante dall’azione concede un sette metri che definire dubbio ci sembra un eufemismo. De Angelis ci prova ma Russo non sbaglia(55’). Nel finale convulso manca lucidità ai paladini che pur catechizzati da mister Lenzo che chiede tiri in penetrazione, tirano da fuori dando buon gioco ad Anzaldo che riporta i suoi in vantaggio ( 55’ e 32’’). I rosanero cercano ancora di rimanere aggrappati al match, ma ancora Anzaldo e poi un clamoroso palo con conseguente rete in contropiede chiude il match. Il Reusia incassa tre punti soffertissimi senza rubare nulla , ma con la consapevolezza che nei momenti cruciali della gara tutto ha girato nel verso giusto ( dote fondamentale per poter IMGP0405vincere un campionato cosi equilibrato…) . Per i rosanero il rammarico di aver disputato uno dei suoi migliori incontri , ma purtoppo con squadre come quella affrontatat oggi anche piccole sbavature si pagano a caro prezzo. A parlare il bomber paladino Ioppolo “ Dispiace farsi male in maniera cosi banale. Purtroppo la sosta forzata a metà ripresa può aver influito in questo tipo d’infortunio. Nel finale possiamo dire con certezza che ci è mancata un po’ di fortuna, ma merito agli ospiti per averci sempre creduto”. Anche mister Lenzo a qualcosa su cui recriminare “ Ancora una volta nel finale non siamo fortunati e subiamo un ennesimo 7 metri alquanto dubbio. Ma credo sia molto più clamoroso il mancato due minuti ad Anzaldo…..a Piraino più che la conoscenza del regolamento è mancato il coraggio di applicarlo, pazienza! Mi dispiace solo che dopo una prestazione cosi convincente non sia arrivata una vittoria che i ragazzi volevano fortemente dedicare al nostro Vicepresidente, ma onestamente pensando alle assenze a Torre che vomitava negli spogliatoi mezz’ora prima del match ed all’infortunio di Vincenzo non potevamo dare di più.Adesso dobbiamo capire l’entità dell’infortunio a Ioppolo e pensare al prossimo match casalingo tra sette giorni.” I rosanero infatti giocheranno la prima di ritorno domenica 24 Gennaio alle 15,30 ospitando l’Handball Club Mascalucia.