Un’Esperia coriacea conduce per 55 minuti ma subisce beffa e sorpasso nei 300 secondi finali.

dicembre 4, 2017 News

I paladini dopo l’esordio di Scicli (chiuso con una sconfitta per 30 a 25) tenta il riscatto contro il Villaurea Palermo. La gara dovrebbe giocarsi al Palavalenti , ma lo slittamento della consegna per i lavori di rifacimento della tribuna costringono la società paladina a chiedere l’inversione di campo. Si gioca quindi al Paladonbosco  con i paladini che arrivano a questa seconda giornata ancor più in emergenza ( manca De Angeli per una frattura al naso e Mazzù indisponibile).  Con soli nove elementi a referto i paladini di mister Lenzo non si abbattono  e vanno subito a segno con Lucifero. La risposta dei palermitani arriva con l’uno-due di Lentini e Schiera. L’Esperia seppur con alcuni giocatori adattati fuori ruolo non si lascia intimorire e pareggia con Costa (2 a 2 al 5°). La gara fatica a salire di ton nei successivi cinque minuti segna solo capitan Rizzo (3 a 2 al 10°). Il Capitano si carica la squadra ed al 15° con altre due segnature porta i suoi sul 5 a 2. Arriva la rete di Trapani e poi l’uno – due di Gazia e Pappalardo per il 7 a 3 per i rosanero al 20°. Gargano cerca di rianimare i suoi ma arriva la risposta ancora di Rizzo a cui risponde Lentini ( 8 a 5 al 25°). I paladini sbagliano qualcosa di troppo a tu per tu con il portiere ed il Villaurea bravo a non mollare si riporta sotto andando al riposo sotto di due ( 10 a 8). La gara sale di agonismo ( ma mai senza trascendere) , con i rosanero sempre a condurre ( 12 a 11 al 35°). Ganci realizza la rete del pareggio , ma Costa e Lucifero piazzano il break di due a zero ( 14 a 12  al 39°). Ancora Pappalardo e Costa per il +3  al giro di boa del secondo tempo ( 16- a 13), la fatica per i rosanero comincia a farsi sentire con la lucidità sottoporta che comincia a risentirne . Al 50° rosanero avanti di una rete  ma  dopo un errore sottoporta dei paladini arriva il pareggio di Schiera. Ancora Costa per il nuovo vantaggio dei paladini (19 a 18) , si segna con il contagocce ed il punteggio rimane invariato fino al pareggio di D’Arpa proprio al 55° . Per i rosanero arrivano errori pesanti con Rizzo e Costa sotto rete e il Villaurea sui ribaltamenti crea il doppio vantaggio con Schiera e Ganci per il 19 a 21. Sembra il colpo del K.O. ma i paladini tentano gli ultimi assalti ed al 58° e 45° arriva la rete di Melo Ioppolo per il -1. I settantacinque secondi finali sono al cardiopalma con il villaurea che cerca lo sfondamento , ma viene rintuzzata ben due volte ed i rosanero riprendono il possesso a 25’’ dalla sirena si attacca in maniera rabbiosa con il Villaurea che difende al limite. L’ultimo attacco e di Pappalardo che attacca sul lato destro , tentando uno scarico ma la palla finisce in out e con essa i sogni dell’Esperia. Finisce quindi 20 a 21 con i palermitani a gioire e rosanero che dopo aver condotto per 55 minuti si ritrovano con un pugno di mosche in mano. Bravo il

FRANCESCO GAZIA – Per il “Dottore” l’anno più prolifico con una prestazione monstre con il Girgenti. A volte entra in un psico-tunnel che ne mortifica le prestazioni e spesso dimentica i compiti difensivi, tutto sommato considerando gli impegni extrasportivi stagione positiva. CHIRURGICO Voto 6.

Villaurea a crederci fino alla fine che  non ruba nulla , ma ai rosanero resta il rammarico che in una situazione seppur di totale emergenza un risultato utile oggi era alla portata. Purtroppo in gare cosi fisiche alla fine si pagano i pochi cambi con i paladini che pagano in lucidità il caotico finale. “ Gara che ci lascia l’amaro in bocca per come ci è sfuggita di mano- esordisce mister Lenzo- ma ai ragazzi non ho nulla da rimproverare. Oggi hanno dato il 120% , ma giocare in 9 gare cosi e con assenze pesanti alla fine si pagano. Complimenti al  Villaurea per non essersi mai arreso.” Adesso bisogna leccarsi le ferite e prepararsi al meglio per la sfida , stavolta veramente casalinga( lavori permettendo)con l’ostico Avola di Danilo Garofano ospite al Palavalenti proprio domenica 10 Dicembre 2017 con inizio alle ore 16,00.