La Pagliacciata in salsa Calabrese……dopo le “squadre fantasma” anche gli allenatori “fantasmi”!!!!

aprile 15, 2018 News

Nonostante la pulizia fatta dalla federazione , che ha recentemente decimato il movimento pallamanistico calabrese; estirpando dal territorio decine di società che “disputavano” incontri fantasma nella categoria giovanile, il vizio sembra duro a morire in terra calabra. Infatti dopo le società fantasma si registra il fenomeno degli allenatori “fantasma”                                                                                                                                                                                                                    Che qualcosa non andasse , l’Esperia lo aveva intuito già nella gara del 11 marzo. A fine match al rientro a capo d’Orlando ad un attenta lettura del referto i dirigenti si accorgevano che nella casella allenatore , per la squadra di casa si registrava il nulla assoluto.

Nulla di strano per carità! Se non fosse che per tutti i sessanta minuti proprio la panchina di casa era occupata da una persona che per tutto l’arco dell’incontro si comportava come se lo fosse.

La persona in foto che per tutta la gara sosta in panchina e da indicazioni alla squadra si chiama GIANLUCA FIORINO( …RICORDATEVI QUESTO NOME).

In casa Esperia si drizzano le antenne e si aspetta il comunicato ufficiale N. 15 del 15 Marzo 2018 , ed i dubbi cominciano ad aumentare , quando proprio dal comunicato si evince che nessuna multa è stata elevata per l’assenza dell’allenatore.                                    I rosanero segnalano le “anomalie” alla federazione con una mail il 18 Marzo , ma non ottengono nessuna risposta ufficiale . Per vie ufficiose viene fatto sapere che nel referto pervenuto alla federazione la casella allenatore  redatta dagli arbitri( !!!!) risulta compilata con il nome di CADURRO(!!!!!)

Che come si nota chiaramente nella foto ha poco a che spartire con chi è veramente andato in panchina….

Ma ne il designatore arbitrale ANTONINA CURATOLO  , ne il responsabile U.A.A.A. ANTONIO IACOVONE hanno mai contattato i vertici della società paladina per capire cosa sia successo…..

l’anomalia si ripete anche l’8 aprile quando a Lamezia arriva l’Agriblu’ Scicli  ed in panchina come si evince non ci va CANDURRO ( ma a referto risulterà sempre lui…sich!) ma sempre FIORINO (come si vede chiaramente nella foto).

Quella con lo Scicli è la prova che quanto fatto , è oramai sistemico ; con la chiara complicità delle coppie arbitrali. Si arriva infatti a Sabato 14 Aprile quando i rosanero tornano a Lamezia per la fase ad orologio. Ovviamente la dirigenza paladina arriva preparata , e quando viene portato il referto al tavolo dieci minuti prima del match , viene chiesto ai direttori di gara dove fosse l’allenatore iscritto a referto…. Dopo un attimo d’imbarazzo i due arbitri ammettono che l’allenatore non è ancora arrivato!!!!!! ( e solo alla fine verra’ poi cancellato)

i dirigenti rosanero allora chiedono spiegazioni di chi sia quel signore che intanto impartisce nozioni tattiche ai propri giocatori ( Gianluca Fiorino)….altro momento d’imbarazzo ( con uno dei due arbitri si allontana strategicamente) e arbitri che dopo aver ammesso che non è iscritto a referto e dopo le insistenze dei dirigenti rosanero allontanano il Signor Fiorino ( che però resta dentro il campo per destinazione….)

Ora è chiaro che se i dirigenti rosanero non avessero scoperto il giochino,  in panchina ci sarebbe andato ancora una volta una persona non autorizzata a farlo…..nella PIENA e TOTALE  COPERTURA  da parte degli arbitri calabresi!!!

I fatti sono chiari e lampanti…..:

  • una società , l’ATLETICO LAMEZIA COMPILA UN REFERTO DICHIARANDO IL FALSO (iscrive a referto un tecnico che poi fisicamente non è presente )
  • la stessa società mette in panchina un ALLENATORE NON TESSERATO;
  • gli ARBITRI CALABRESI inviati A GARANTIREIL CORRETTO SVOLGIMENTO DELLE GARE diventano complici omertosi di tali frodi… (chi vigila sul loro operato?) Dov’è il commissario straordinario della calabria???)

QUESTA E’ LA PALLAMANO CALABRESE ( E NON ) SEVI PIACE…. Per la buona pace di chi si fa chilometri , spende soldi e tempo rispettando le regole……SIA CHIARO….”cambi di passo” IN CALABRIA NON SEMBRA C’E’ NE SIANO STATI….